Anche il supermercato diventa multicanale

Inaugurato in Francia l'ipermercato connesso: I clienti si orientano fra i prodotti e pagano con App e Smartphone.

Pubblicato al 13/05/2014

Le tecnologie digitali cambiano la comunicazione (anche) all’interno dei punti vendita, in particolare nella grande distribuzione organizzata: cartonati e volantini lasciano il posto a digital signage, Nfc e app per smartphone. La sintesi di quanto può essere realizzato con gli strumenti oggi a disposizione, senza perdere d’occhio il riferimento al mass market, la si osserva in Francia, nell’ipermercato inaugurato da Carrefour lo scorso 9 aprile nel centro commerciale Qwartz a Villeneuve-la-Garenne, alle porte di Parigi. In pratica, l’esperienza interattiva inizia ancor prima di uscire di casa per recarsi al supermercato, con l’app per dispositivi mobili C-où attraverso la quale si può stilare la classica lista della spesa. Ma non si tratta semplicemente di mettere sullo smartphone quello che fino a ieri si appuntava su un foglio di block notes: una volta giunti nel punto vendita – in cui è presente la connettività wi-fi aperta a tutti senza registrazione – è infatti la stessa applicazione che, oltre a suggerire le promozioni del giorno in modalità ‘push’, guida il cliente fra gli scaffali per trovare ‘a colpo sicuro’ i prodotti della sua lista grazie a geolocalizzazione GPS e ‘smart tag Nfc’ (Near Field Communication), speciali etichette poste sui prodotti in vendita e in grado di ‘dialogare’ con lo smartphone del consumatore (a patto, ovviamente, che sia anch’esso dotato di tecnologia Nfc), fornendo anche informazioni…

Leggi l'edizione

MEDIA KEY

MEDIA KEY 334
Leggi l'edizione